La Tv che vorrei, Marziano Torresi: “Ecco la tv che non vorrei”

Marziano Torresi, redattore Cinetivu.com e Mondoreality.com:

Partendo dal presupposto che la tv che vorrei è già adesso la tv che vorrei. Nel senso che grazie a YouTube, allo streaming (Megavideo, pace all’anima sua) e ai tanti canali tv che popolano il web possiamo crearci la nostra prima serata se non addirittura il nostro palinsesto ideale.

Detto che possiamo sceglierci noi stessi quello che più ci aggrada, passiamo alla tv che non vorrei. Per prima cosa non voglio vedere persone che, in ordine di importanza: si baciano, fanno sesso, fanno petting e si dichiarano amore eterno. Nel pacchetto sono compresi tutti: etero, gay, trans, lesbiche, di qualunque credo religioso, di qualunque età, etnia o specie aliena. Situazione immediatamente revocabile nel caso una qualche sconosciuta malattia mi faccia dimenticare di essere stato mollato.

Se penso ad altro che non vorrei in tv, e che non ha a che fare con il fatto di essere single, mi viene in mente: Valerio Staffelli reo di avere una faccia che farebbe diventare emuli di Er Canaro anche chi professa il Satyagraha, Rita Dalla Chiesa rea di contenere più perbenismo che globuli rossi, i concorrenti di Affari tuoi rei di non sapere che ad ogni vincita devono sottrarre il 25% di tasse, Corrado Augias reo di emanare spocchia da ogni singolo capello bianco, Gerry Scotti e Carlo Conti rei di far chiudere G’Day, Ilary Blasi rea di essere capace di ridere anche quando sta lanciando un servizio su un pedofilo smascherato dalle Iene, Fabio Fazio reo di intromettersi nei monologhi della Littizzetto, Amici reo di non essere X Factor, Paola Perego rea di essere Paola Perego.

CONDIVIDI IL PENSIERO DI MARZIANO? RACCONTACI LA TV CHE VORRESTI SULLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI MR. ODO.

Per leggere tutti i contributi dei blogger, uno al giorno fino al 5 giugno, CLICCA QUI

Comments

Powered by Facebook Comments

Related posts:

  1. La Tv che vorrei, Debora Marighetti: “Vorrei un pubblico più consapevole e capace di scegliere” Debora Marighetti, redattrice di Tvblog.it, giornalista freelance dal 2006: Vorrei una tv dove a lavorare non fossero sempre le stesse...
  2. La Tv che vorrei, Giorgio Scorsone: “Una tv sempre più libera dai palinsesti” Giorgio Scorsone, dottore in Linguaggi dei Media, blogger Digital-Sat.it e in precedenza analista televisivo per il programma “Tv Talk”: La...
  3. La Tv che vorrei, Felice Catozzi: “E’ pura invenzione” Falice Catozzi, master in Tv & Film Management, redattore Cinetivu.com, Ilcinemaniaco.com, Mondoteen.com, Serietivu.com, visto anche a “Cinematografo” di Raiuno: A...
  4. La Tv che vorrei: da domani al 5 giugno la parola ai blogger Da domani fino al 5 giugno chi vi scrive si prenderà qualche giorno di meritata vacanza. Il blog, però, non...
This work by Mr_Odo is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.5 Italia.